Pitture Particolari Decorative e Moderne: Migliori Soluzioni per la Tua Casa!

Stai cercando idee circa le pitture particolari per pareti? Per molti di noi, pitturare le pareti della nostra casa, più che un lavoro, è un vero e proprio divertimento! Soprattutto se abbiamo intenzione di immergerci in nuove tecniche, colorate e divertenti!

In questo articolo ti mostriamo quali sono le tecniche moderne adatte per andare a decorare le nostre pareti!

Dagli stencil alle tecniche più tradizionali, vedendo anche, in linea di massima, quanto costano i lavori di pittura!

Pitture per interni: come scegliere il colore giusto

Prima di andare a vedere bene quali sono le ultime tendenze della pittura, abbiamo pensato di darti delle dritte sulla scelta del colore, così da non pentirti di una eventuale scelta sbagliata.

Infatti, la scelta del colore, non può dipendere solo ed esclusivamente dai nostri gusti personali, ma dobbiamo tener conto di tanti altri fattori, come la luminosità della stanza che dobbiamo ripitturare o le sue dimensioni.

Tra le prime cose da considerare nel momento della scelta del colore, ovviamente, troviamo anche la destinazione della stanza.

Ad esempio, una sala da pranzo che viene vissuta principalmente durante il giorno, meriterebbe una pittura che la renda luminosa.

Di seguito ti mostriamo in modo dettagliato quali sono le caratteristiche principali dei colori che potresti utilizzare per tinteggiare una stanza:

  • I colori pastello, in tutte le varie tonalità, sono perfette sia per un ambiente moderno, sia per uno rustico e più tradizionalista. La particolarità di questi colori risiede nel fatto che riescono a dare un tocco di colore alla stanza, ma senza esagerare e senza risultare troppo pesanti. Questi colori sono particolarmente adatti per pitturare le pareti della tua cucina, o le pareti del bagno, soprattutto se sei stufo del bianco che a volte può risultare monotono e noioso;
  • i colori accesi e caldi, tra cui l’arancione, il giallo o il rosso, sono anch’essi particolarmente indicati per gli ambienti rustici, ad esempio una taverna o una cucina con le travi in bella vista, soprattutto se l’arredamento ricorda quello tradizionalista in legno massiccio. Questi colori, nelle varianti scure, non sono adatti alla tinteggiatura di stanze complete, ma ti consigliamo di usarle solo in zone circoscritte, per dare un certo senso di particolarità all’ambiente, oppure per creare un senso di divisione tra due ambienti diversi. Gli stessi colori caldi, ma nelle tonalità più chiare, sono perfetti per andare a pitturare una stanza alla quale vogliamo dare un carattere forte e determinato;
  • i colori che fanno parte delle tonalità e sfumature del bianco, invece, aiutano a dare un forte senso di ampiezza e luminosità all’ambiente. Per questo motivo sono perfetti se devi tinteggiare una stanza piuttosto piccola e non vuoi creare un orrendo senso claustrofobico. La particolarità dei derivati del bianco riguarda il fatto che non passeranno mai di moda, e puoi abbinarli con qualsiasi tipo di arredamento, sia esso moderno o rustico;
  • per quanto riguarda i colori accesi nelle tonalità più fredde, come il verde, il grigio chiaro o il blu, vale lo stesso discorso che abbiamo fatto per i colori caldi. Anche in questo caso ti consigliamo di limitarti ad usare questi colori per delle zone circoscritte, per decorare o dividere il tuo ambiente. Questi colori, se chiari, inoltre, sono perfetti per le camere da letto o per il soggiorno in quanto creano un effetto rilassante che favorisce la calma e la concentrazione.

Alcuni consigli utili per pitturare la tua casa

Sicuramente andare a modificare le pareti della nostra casa, dipingendole o impreziosendole con qualche stencil è il metodo più rapido per cambiare il look dell’abitazione.

Infatti, come abbiamo visto sopra, basta scegliere il colore giusto per rendere una stanza più luminosa o più rilassante.

A volte basta concentrare il proprio lavoro su una zona della stanza per andarne a cambiare l’aspetto, bastano piccoli dettagli, senza il bisogno di trasformarla completamente.

Non dimentichiamo, infine, che con delle piccole decorazioni possiamo anche andare a nascondere eventuali difetti del muro o delle imperfezioni. Di seguito ti mostriamo alcuni consigli per migliorare l’aspetto delle tue stanze in pochi passi:

  • Ricordati che i colori catalizzano l’attenzione, quindi, allo stesso modo in cui potrebbe attirare l’attenzione sui pregi dell’ambiente, potrebbe anche mettere in risalto eventuali difetti. Ad esempio, fai particolare attenzione ai profili di termosifoni, finestre e porte perché il colore potrebbe metterli in primo piano;
  • se devi dipingere il corridoio della tua casa non limitarti ad un noioso bianco in quanto, anche se si tratta di un ambiente piccolo e stretto (quindi il bianco lo illuminerebbe), sarebbero più adatti  dei colori pastello che ravvivano la zona in questione, senza renderla pesante;
  • se vuoi dare un senso di ordine alla tua stanza, potresti pensare di usare lo stesso colore anche per dipingere le mensole che si trovano sulla parete da pitturare, o addirittura la porta! In questo modo la stanza acquisterà carattere e un certo senso di ordine, dando anche valore a tutti gli altri complementi d’arredo che sono di un colore diverso;
  • se la stanza da dipingere è troppo alta e dispersiva, potresti valutare di dipingere il soffitto con un colore più scuro, in questo modo abbasserai l’ambiente e lo renderai più confortevole. Questa tecnica, tra l’altro, conferisce all’ambiente anche un certo senso di intimità che non va assolutamente sottovalutato, soprattutto per una camera da letto o per un salotto;
  • nel caso in cui hai intenzione di rinnovare l’aspetto del bagno o della cucina cambiando il colore delle pareti, tieni a mente che non devi necessariamente sostituirne le piastrelle. Infatti sul mercato è possibile trovare dei prodotti appositi che ti permetteranno di rinnovare completamente l’aspetto di questi rivestimenti. Sono assolutamente facili da usare e pronti all’uso!
  • Anche gli stencil sono un’ottima opzione per rinnovare l’aspetto della tua casa. Questi prodotti, infatti, ti permettono di decorare tutte le pareti che vuoi in maniera rapida e semplice. I più gettonati sono i fiori con lo stelo lungo, ma anche gli alberi sono perfetti, soprattutto per la tua camera da letto. Non devi far altro che scegliere la fantasia che preferisci e che meglio si abbina con il resto dell’arredamento, prendere le misure per regolarti con le dimensioni dello stencil ed andare ad applicarlo dove preferisci! Ti renderai conto che c’è l’imbarazzo della scelta, non solo puoi trovare motivi floreali, ma puoi scegliere anche la frase che più si addice al luogo e alla tua personalità, oppure degli animali come le farfalle e così via.

Pitture particolari moderne: quali sono le tecniche più moderne e particolari per pitturare le pareti?

Andiamo adesso a vedere quali sono le tecniche migliori per pitturare la tua casa, da quelle più tradizionali a quelle più particolari e di tendenza del momento.

Tra queste tecniche troviamo soprattutto le seguenti:

  • La tecnica dello spatolato: come puoi intuire dal nome si tratta di una tecnica che prevede l’utilizzo di una spatola per applicare la pittura che hai scelto. La parete risulterà liscia e puoi esaltarne l’effetto scenografico con l’applicazione della cera che la renderà ancora più marmorea. Questa tecnica è consigliata se hai intenzione di rendere l’ambiente più classico ed elegante, perfetto per un arredamento altrettanto classico;
  • la tecnica con il rullo o con il pennello: è sicuramente la più tradizionale, semplice e veloce. La consigliamo soprattutto a chi ha intenzione di cimentarsi nella pittura ma è ancora alle prime armi. Puoi anche pensare di utilizzare una pistola a spruzzo per la pittura, ma ti consigliamo di usarla solo se hai già dimestichezza con questo attrezzo altrimenti rischi di non ottenere il risultato che desideri;
  • la tecnica del velato: non è particolarmente complessa ma te la consigliamo se hai esperienza nel settore della pittura in quanto richiede, comunque, una certa conoscenza del lavoro che andrai a fare. Questa tecnica prevede di andare ad applicare due strati di colore. Il secondo strato, leggero, quasi trasparente, creerà l’effetto di un velo. L’effetto finale dipende soprattutto dal modo in cui andrai a diluire il colore. Infatti puoi ottenere diverse sfumature proprio in base alla percentuale di diluizione;
  • la tecnica dello stucco veneziano: è sicuramente la più raffinata ed antica. Per ottenere l’effetto veneziano ti consigliamo di rivolgerti ad uno specialista che ti garantisce un risultato impeccabile. Questa tecnica consiste nell’andare ad applicare diversi strati di stucco, senza superare i 6 strati, ottenendo un effetto meraviglioso, adatto per ambienti come il soggiorno ai quali si vuole dare un tocco antico. E’ perfetto se viene accostato ad un arredamento rustico, in un ambiente piuttosto ampio;
  • versione economica dello stucco veneziano: se non puoi permetterti di assumere il personale specializzato nel settore, puoi anche pensare di improvvisare questa tecnica con l’applicazione di un solo strato di stucco, solo che, al posto della spatola, utilizzerai un pennello;
  • la tecnica del graffiato: è una tecnica assolutamente moderna che, paradossalmente, donerà alla tua stanza un effetto piuttosto vintage. Questa tecnica è perfetta per ambienti con un arredamento moderno, ma non troppo, in stile anni sessanta. Consiste nel rigare (o, come dice il nome, graffiare) il colore con una apposita spatola dentata, creando delle linee nel senso che preferisci (orizzontale e/o verticale);
  • la tecnica dello spugnato: è un’altra tecnica molto diffusa e piuttosto semplice da realizzare. Come puoi intuire dal nome, questa tecnica consiste nell’usare una spugna per togliere, o applicare, il colore che desideri, dopo aver applicato una base di colore con il pennello per tutta la superficie che intenti tinteggiare. In pratica devi picchiettare sulla parete, con la spugna, direttamente sul colore ancora fresco. L’effetto finale che ottieni con questa particolare tecnica creerà dei giochi di luce e ombra molto interessanti che andranno ad impreziosire la tua stanza.

Come puoi vedere, la maggior parte di queste tecniche largamente utilizzate per pitturare le pareti, sono piuttosto semplici e puoi anche pensare di dilettarti in questo mestiere, rendendo il lavoro divertente.

Quali sono le marche che producono i prodotti migliori per la pittura?

Intuibilmente, per ottenere un risultato perfetto, devi procurarti dei prodotti buoni, che non siano scadenti. Tra le marche di pittura più famose e, quindi, migliori per fare questo tipo di lavoro, troviamo le seguenti:

  • La Boero, un marchio che si occupa solo ed esclusivamente di solventi e smalti per il settore dell’edilizia
  • La Arexons, un’azienda famosissima nel fai da te
  • La Caparol, anche in questo caso è una ditta che si occupa di materiali per l’edilizia
  • La Dupont, una marca esclusiva per la pittura

Queste e tante altre sono le marche più famose per i prodotti della pittura. Tuttavia ti consigliamo di chiedere un parere ad uno specialista del settore oppure ad uno dei tanti commessi preparati che troverai nei negozi del fai da te, così da non commettere errori.

Quanto costano lavori di questo genere?

La spesa necessaria per far il tuo lavoro di tinteggiatura, come puoi immaginare, dipende soprattutto dai materiali di cui avrai bisogno, dalle dimensioni dell’ambiente da decorare e, infine, dalla tecnica che hai deciso di utilizzare.

Senza dimenticare che, se pensi di affidare il lavoro a degli specialisti, ossia a degli imbianchini, saranno loro a stabilire il prezzo necessario per il tipo di lavoro di cui avrai bisogno.

Detto questo, possiamo affermare che, di solito, il costo dei materiali di cui avrai bisogno per ripitturare la tua casa, oscilla tra i 2 e i 6 euro al metro quadro. Questo, però, per quanto riguarda le tecniche a pennello o a rullo più tradizionali.

Se invece hai deciso di optare per una tecnica più complessa, tieni presente che, ad esempio, l’effetto spugnato, in media, costa attorno ai dieci euro ogni metro quadro.

Mentre la tecnica dello spatolato è più cara, e costa, di solito, sui 25 euro al metro quadro, più o meno quanto lo stucco veneziano.

Ulteriori risorse utili

Infine, ecco una selezione di articoli per coloro che hanno deciso di riverniciare casa:

Buona lettura!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here